salta la barra


Comune di Prato

 indietro
Protezione Civile Protezione Civile Comune di Prato
Il Calice 2009

05 - Decreto di erogazione dei contributi


Immagine del Torrente Ombrone e della cassa di espansione delle Vanne del 25.12.2009

Introduzione

In relazione alle richieste di contributi spettanti ai "privati cittadini" coinvolti negli eventi alluvionali conseguenti alla parziale rottura dell'argine del Torrente Calice la notte di Natale del 2009, cerchiamo di riassumere di seguito lo "stato dell'arte" ad oggi, 22 aprile 2011-

Come abbiamo avuto modo di comunicare direttamente a molti dei soggetti interessati che si sono rivolti al Servizio "Protezione Civile" per avere informazioni in merito, lo scorso 14 marzo 2011 è stato approvato dalla Regione Toscana il Decreto n. 1359 che dava esecuzione a quanto disposto dall'Ordinanza del Commissario n. 31/2010 e, quindi, stanziava le somme necessarie per la copertura dei contributi spettanti a ciascuna richiesta di accesso ai contributi stessi presentate dei "privati cittadini".

Purtroppo, per cause indipendenti dal volere regionale, tale decreto è stato "certificato" dalla Regione stessa solo lo scorso 15 aprile 2011.

Il testo integrale del Decreto 1359 del 14/3/2011 (certificato il 15/4/2011) è scaricabile direttamente dalla sezione "Calice 2009 - Normative e Modelli" (punto "10" e "10A")

Cosa prevede il Decreto 1359/2011

Il Decreto di recente esecutività prevede, appunto, l'erogazione da parte della Regione Toscana ai singoli "Enti Attuatori" (il Comune di Prato nel nostro caso) degli importi complessivi al fine di far fronte al saldo totale dei contributi spettanti per :
- i contributi per "beni immobili" di tutti i soggetti che, a suo tempo, seguendo il disposto di cui all'Ordinanza Commissariale n. 33 del 14/12/2010, avevano provveduto alla presentazione a questa Amministrazione edl modello "P4" inerente alla "Richiesta di immediata erogazione";
- i contributi per "beni mobili e mobili registrati (veicoli)" spettanti a tutti i soggetti "privati" aventi diritto.

In estrema sintesi:
una volta che il Comune di Prato avrà realmente introitato gli importi spettanti ( € 183.575,00 per i contributi relativi ai "beni immobili" dei "privati" che hanno presentato nei termini il modello "P4" nonchè € 97.700,00 per i contributi relativi ai "beni mobili e mobili registrati" spettanti a tutti i "privati" coinvolti) , ai sensi delle disposizioni impartite dall'Ordinanza Commissariele 16/2010, avrà 60 giorni di tempo per erogare i medesimi ad ogni singolo beneficiario.

Contributi per "beni immobili" - Per coloro che hanno presentato la "Richiesta di immediata erogazione" (mod. "P4")

Tutti coloro che, ai sensi dell' Ordinanza Commissariale n. 33/2010, hanno presentato la "Richiesta di erogazione immediata", una volta definito l'iter sopra indicato, riceveranno, direttamente in accredito sul proprio conto corrente/postale (a suo tempo indicato a questo Servizio) l'importo complessivo dei contributi a ciascuno spettanti relativi ai danni per i loro "beni immobili" (quindi il 70% degli importi ammissibili al netto degli importi già loro corrisposti quali contributi erogati dal Comune e dalla Provincia di Prato).

E' essenziale ricordare che, a decorrere dalla data di effettivo accreditamento di tali contributi, inizierà a decorrere il termine di 6 mesi (previsto appunto dall'Ordinanza Commissariale 33/2010) che ogni "privato cittadino" beneficiario avrà per presentare a questo Servizio tutte le fatture inerenti ai lavori di ripristino compiuti presso gli immobili stessi.

Scaduti i termini previsti per la rendicontazione questo Servizio provvederà alla verifica di tutte le fatture prodotte, al controllo della loro ammissibilità ed al conseguente ricalcolo degli importi effettivamente spettanti a ciascuno (che, come detto, sarà pari al 70% della sommatoria delle fatture ammissibili prodotte).
Qualora il ricalcolo risultasse inferire all'importo già erogato, il Comune di Prato (Ente Attuatore) si troverà costretto a richiedere il rimborso della parte eccedente eventualmente attivandosi con procedure coattive

Ovviamente sarà cura di questo Servizio comunicare singolarmente a tutti gli aventi diritto (a mezzo di raccomandata A/R) le scadenze per ogni fase dell'iter procedurale sia relativa all'erogazione che ai termini della rendicontazione.

Contributi per "beni immobili" - Per coloro che NON hanno richiesto l'immediata erogazione

Segnaliamo che tutti i "privati cittadini" che, a suo tempo, non hanno ritenuto di richiedere l'immediata erogazione dei contributi spettanti per i "beni immobili", hanno già provveduto a rendicontare nei termini previsti dalla normativa, le spese da loro sostenute e questo Servizio, nei giorni immediatamente dopo le prossime festività Pasquali, provvederà a redigere per ognuno di loro il relativo modello "PR" contenente le fatture ammissibili presentate a rendicontazione.

Immediatamente dopo trasmetterà tutti i modelli "PR" predisposti alla Provincia di Prato (cosi come previsto dall'Ordinanza Commissariale 16/2010) la quale, a sua volta, provvederà a richiedere l'immediata erogazione dei contributi effettivamente loro spettanti alla Regione Toscana.

Anche in questo caso, una volta che la Regione avrà verificato la giusta corrispondenza di ogni singolo inserto, provvederà ad erogare i contributi per "beni immobili" spettanti all'Ente Attuatore (direttamente al Comune di Prato) e, anche in questo caso, nei 60 giorni successivi al reale introito dei fondi, questo Servizio provvederà all'accredito di ogni singolo contributo direttamente sul conto corrente/postale a suo tempo comunicato dai cittadini.

Contributi per "beni mobili e mobili registrati (veicoli)" - Per tutti

Come abbiamo detto il recente Decreto 1359/2011 ha anche disposto l'erogazione dei contributi spettanti a TUTTI i cittadini danneggiati dall'evento in oggetto e riferibili ai "beni mobili" ed ai "beni mobili registrati (veicoli)" conteggiati anch'essi in base forfettaria ai sensi delle tabelle allegate al DPGR 24/R del 2008.

Sulla base di ciò anche l'importo complessivo dei contributi per questi beni subirà lo stesso iter procedurale già indicato per i contributi per i "beni immobili" e, quindi, anche i tempi di erogazione saranno presumibilmente i medesimi.

Ricordiamo che i contributi spettanti per i danni riferibili a "beni mobili" e "beni mobili registrati (veicoli)" NON sono soggetti a rendicontazione.

Conclusioni

Ricordiamo che per qualsiasi informazione aggiuntiva, eventuali delucidazioni in merito alle indicazioni sopra riportate nonchè per qualsiasi dubbio circa le corrette procedure da seguire, tutti gli interessati potranno rivolgersi al personale del :

Servizio "Protezione Civile" del Comune di Prato
Via del Ceppo Vecchio, 57 - 59100 Prato -
dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13.30 - il lunedì ed il giovedì anche dalle ore 15 alle ore 17.30

Telefoni: 0574 183.6562 - 0574 183.6508
Fax: 0574 600270
E-mail: protezionecivile@comune.prato.it - s.brachi@comune.prato.it - d.langianni@comune.prato.it


Vedi anche...

Condividi su:



Data ultima revisione dei contenuti della pagina: 22.04.2011
 indietro  inizio pagina