salta la barra Comune di Prato » Protezione civile » Che cos'è » Attività » gestione emergenza

Comune di Prato

Protezione Civile Comune di Prato

Attività

3 - Gestione dell'emergenza

Come abbiamo visto, prima della "concezione moderna" di protezione civile (le cui basi sono state gettate nella Legge 225 / 1992), quest'ultima era vista solo ed esclusivamente interessata a questo tipo di attività.

Il soccorso alle popolazioni colpite da eventi catastrofici, per molti anni è stato l'unica attività in cui si intravedeva un embrione di "protezione civile"; organizzato o meno che esso fosse, ciò che caratterizzava nel "comune pensare" gli interventi di protezione civile era appunto l'impatto derivante da una miriade di persone impegnate nel prestare aiuto a popolazioni colpite di volta in volta da un terremoto o da un'alluvione.

Infatti, le prime leggi dello stato in questa materia, si caratterizzano quale un tentativo di organizzazione delle attività volte al prestare soccorso a popolazioni bisognose. Solo con l'avvento della attuale "cultura" di protezione civile, il soccorso è stato visto come attività essenziale ma non unica verso cui, il complesso sistema, dirige le proprie forze.

Il soccorso, come del resto tutte le attività codificate, deve essere ben organizzato e funzionalmente efficiente perchè il medesimo possa avere una valida riuscita e la metodica organizzativa di questa attività, è dettagliatamente specificata all'interno del Piano Comunale di Protezione civile.

Di seguito i riferimenti legislativi nazionali e regionali relativi alla gestione dell'emergenza.

D. Lgs 1/2018

L'articolo 2, comma 5, del D. Lgs 1/2018 individua, in modo chiaro ed esplicito, quali siano le attività che il "sistema" di protezione civile deve attuare e, in riferimento alla gestione dell'emergenza specifica:

"La gestione dell’emergenza consiste nell’insieme, integrato e coordinato, delle misure e degli interventi diretti ad assicurare il soccorso e l’assistenza alle popolazioni colpite dagli eventi calamitosi e agli animali e la riduzione del relativo impatto, anche mediante la realizzazione di interventi indifferibili e urgenti ed il ricorso a procedure semplificate, e la relativa attività di informazione alla popolazione"

Legge Regionale 67/2003

L'articolo 5, comma 1, della Legge Regione Toscana 29 dicembre 2003 n. 67 specifica quali siano le attività previste per il "sistema" di protezione civile e, nello specifico, in cosa consista l'attività di soccorso:

"L'attività di soccorso consiste in tutti gli interventi finalizzati a prestare assistenza alla popolazione in previsione o nel corso di un evento ovvero nella fase di emergenza conseguente il medesimo.

L'attività di soccorso in particolare comprende:

  1. l'informazione alla popolazione circa la situazione in atto, gli interventi in corso o quelli programmati per superarla; 
  2. gli interventi tecnici urgenti;
  3. i servizi sanitari di emergenza-urgenza; 
  4. dil ricovero della popolazione evacuata e la fornitura dei beni di prima necessità ed ogni altro intervento di assistenza, ivi compresa quella sanitaria; 
  5. il ripristino dei servizi essenziali, delle comunicazioni e dei trasporti con particolare riferimento al superamento delle situazioni di isolamento e al ripristino di adeguate condizioni igienico sanitarie;
  6. ogni altro intervento necessario ad eliminare o ridurre i possibili danni conseguenti l'evento".

Ultimo aggiornamento dei contenuti:
giovedì 02 maggio 2019

- Inizio della pagina -
Il progetto Protezione Civile del Comune di Prato è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it